Cinque spunti su cosa fare a Pisa a Natale 2020

Storie

Cinque spunti su cosa fare a Pisa a Natale 2020

Cinque spunti su cosa fare a Pisa a Natale 2020

Il Natale è alle porte e si preannuncia complicato: pochi spostamenti, scarse occasioni di convivialità, tutti appesi al semaforo dei colori regionali per capire cosa poter fare e cosa no. Se non sai come trascorrere questo famigerato Natale 2020 in quel di Pisa, ti diamo noi cinque spunti interessanti.

Cosa fare a Pisa in questo Natale 2020 funestato dall’emergenza coronavirus e dalla girandola giallo-rossa-arancione che da qualche tempo regola le nostre abitudini? Come riempire le giornate di festa in famiglia o in solitaria con il lucchetto alle opportunità di svago esterno?

Frugando nel web, chiacchierando con gli amici e scorrendo le bacheche social abbiamo trovato cinque spunti assolutamente cumulabili da proporti per:

  • Trascorrere qualche ora spensierata anche durante queste vacanze-non-vacanze
  • Ricordarci di alcuni settori al momento molto in crisi poiché ritenuti “non essenziali”
  • Vedere, se possibile, il lato mezzo pieno del bicchiere di spumante con cui festeggeremo Capodanno alle 22:00, allo scoccar del coprifuoco.

Ecco cosa puoi fare:

1 – Visitare i musei universitari

I musei sono chiusi e continueranno a restare chiusi fino a data da destinarsi. E allora, come fare? Se ancora non lo sapevi, il Sistema Museale di Ateneo ha una nutrita sezione di contributi online che puoi guardare con tutta calma da casa: approfondimenti, tutorial, visite in LIS, focus su alcuni beni, proposte tematiche dedicate ai bambini, tour virtuali a 360° delle sale espositive. Puoi scoprire tutti i segreti dell’Orto Botanico, rivivere le mostre del Museo della Grafica e approfondire le storie dietro le opere della Gipsoteca di Arte Antica. E ancora, puoi divertirti con le proposte del Museo degli Strumenti per il Calcolo, fare un tour delle Collezioni Egittologiche, entrare nel vivo del Museo Anatomico Veterinario e del Museo di Anatomia Umana… Più di così!

Il bicchiere di spumante mezzo pieno: ok, non puoi andare di persona (per il momento), però hai accesso gratuito a tantissimi approfondimenti per grandi e piccoli: devi solo lasciarti guidare dalla curiosità!

>> Per saperne di più

2 – Partecipare a un concerto

Gli amanti del rock sanno che ogni 25 dicembre c’era un appuntamento fisso: il concerto degli Zen Circus al Baraonda di Massa. Per mantenere la tradizione, la band Made in Pisa farà il suo show in diretta Instagram e Facebook. Il post che annuncia l’evento è già tutto un programma: “Canzone di Natale, collegamento con Abdul, regali riciclati e la solita scusa per disertare il cenone”. Chi conosce il gruppo sa di cosa stiamo parlando, e anche se quest’anno disertare il cenone sarà molto più facile, intanto il dopo-cena di Natale ha l’intrattenimento servito.

Il bicchiere di spumante mezzo pieno: ok, mancano l’emozione e il sudore del palco rock, ma se non potevi comunque andare a Massa puoi goderti un po’ di circo zen natalizio dal tuo comodissimo divano!

>> Per saperne di più

3 – Guardare il cine-panettone

Sì, probabilmente ci sono produzioni cinematografiche che stanno soffrendo di più, però sappiamo che il famoso cine-panettone natalizio è un must per molti. A discapito delle trame prevedibili, delle battutacce grevi e delle gag slapstick, anche certi insospettabili si stavano chiedendo come fare ora che anche i cinema sono chiusi fino a nuovo ordine. E invece la soluzione c’è. Quest’anno, in barba alle limitazioni di movimento, la premiata ditta Boldi-De Sica ti porta direttamente “In vacanza su Marte” senza farti muovere di un centimetro da casa: ti basterà cercare il film sulle principali piattaforme di streaming.

Il bicchiere di spumante mezzo pieno: ok, manca l’atmosfera del cinema, ma puoi spendere per uno e guardare il cine-panettone in due, tre, quattro o quanti siete in casa (residenti, mi raccomando!)

>> Per saperne di più

4 – Assistere a uno spettacolo teatrale

Se il teatro ti appassiona e non vedevi l’ora di spararti di nuovo un bello spettacolo dopo le aperture a singhiozzo di quest’anno, sappi che anche qui caschi male: idem come sopra, le sale teatrali sono chiuse. Però, anche in questo frangente la tecnologia ci viene in aiuto. Il Teatro Nuovo di Pisa ha lanciato l’iniziativa #teatrodigitale proponendo una serie di spettacoli in streaming su Zoom. Per il periodo natalizio ti aspetta un doppio streaming per “Una volta c’era una volta” (26 e 27 dicembre 2020) e un live stream con replica il giorno dopo per “Pinocchio Game” (2 e 3 gennaio 2021). Il biglietto per vedere gli spettacoli online è acquistabile sul sito del teatro e costa 10 euro ciascuno. D’altronde, anche la prima della Scala a distanza è stata un grande successo!

Il bicchiere di spumante mezzo pieno: ok, non c’è quell’alchimia tipica del teatro, ma puoi goderti uno spettacolo senza qualcuno che ti tossisce sul coppino o il solito tizio alto due metri che ti si siede davanti.

>> Per saperne di più

5 – Fare una degustazione di vino

Quelle belle giornate libere in cui programmare una gita fuori porta, magari una degustazione sulle colline pisane … Ecco, no, neanche questo. Però molte realtà si sono ingegnate. Per esempio, abbiamo visto che Podere Pellicciano di San Miniato ha lanciato la degustazione digitale con visita in diretta streaming. I proprietari ti accompagneranno attraverso una visita virtuale dei vigneti e delle cantine del Podere, fino alla degustazione finale. Ma come si fa a degustare un vino a distanza? Niente paura, prenotando la visita ti verrà recapitato a casa un kit degustazione con 5 vini del Podere e un olio EVO. Almeno il vino, insomma, puoi assaggiarlo per davvero!

Il bicchiere di spumante mezzo pieno: ok, non c’è la magia della vigna e la figaggine della degustazione in loco… ma almeno puoi fare un viaggio virtuale e berci su!

>> Per saperne di più

Tanti auguri di Buon Natale da Viviamo Pisa!

Potrebbe interessarti

Enable Notifications    OK No thanks